An Almond-apricot pound cake, a lemon marmalade and a new beginning.

giugno 17, 2009

cake and lemon jam

 

pc16

 

Salto i preamboli e le giustificazioni della mia lunga assenza, capitano anche quei periodi in cui uno non ha il tempo di cucinare-fotografare-bloggare. Ma ora si ricomincia, e con una ricetta che adoro, e che credo riproporrò in mille varianti. Partiamo dal fatto che io un cake non l’avevo mai fatto, e che quando ho trovato questa ricetta di Martha Stewart ho pensato “Certo che se è come quelle della Moroni è un tentativo inutile…”. Invece no! Il cake nonostante la totale assenza di agenti lievitanti è cresciuto, non da diventare soffice come un plum cake, ma di quel soffice compatto sbricioloso, che lo rende perfetto sia così da solo, che inzuppato in un thè o in un cappuccino, oppure, magari dopo qualche giorno se si secca un pochino, affettatelo, tostatelo e spalmatelo con un velo di burro.(Sempre che duri fino al punto di asciugarsi😉 ). E’ vero, mi chiederete perchè le albicocche secche quando è stagione di albicocche….semplicemente perchè volevo la consistenza asciutta tipica dei pound cakes inglesi, con la frutta fresca si sarebbero create delle parti più umide e avevo dubbi sul risultato finale, ma proverò anche con la frutta fresca,ora che ho scoperto i cake….e chi mi ferma più!!😉 Poi c’è la marmellata di limoni. Io non l’avevo mai fatta, e devo dire che con la ricetta della nonna viene benissimo, premetto che non ne sono una grandissima fan, ma cosa fare con i 3 chili di limoni biologici che mi avevano regalato?!?!🙂

 

Cake con albicocche secche e mandorle

240gr di burro morbido

300gr di farina

180gr di zucchero

4 uova

sale

due cucchiai di crema di mandorle

due cucchiai di farina di mandorle

15 albicocche secche ( qui fate voi, dipende da quanto lo volete ricco😉 )

 

Per prima cosa accendete il forno statico a 180°, imburrate e infarinate una teglia da plum cake, o rivestitela in carta da forno e mettete le albicocche a rinvenire in una ciotolina con acqua calda e se volete un liquore a scelta ( io ho usato l’amaretto).

In una ciotola abbastanza capiente mettete il burro morbido , il pizzico abbondante di sale e lo zucchero. Lavorate con la frusta elettrica, o nella planetaria, per almeno 6-7 minuti. Deve diventare davvero gonfio e spumoso. Ora unite i due cucchiai di crema di mandorle, sempre a temperatura ambiente, e lavorate un altro paio di minuti. Aggiungete poi le uova, una alla volta , poi montate altri 4-5 minuti il tutto. E’ molto importante che sia tutto ben montato perchè nel cake non c’è lievito. Quando l’impasto sarà gonfio e spumoso, unite la farina di mandorle, mescolando con cura con una spatola dal basso verso l’alto,  la farina setacciata, e, se volete, della buccia di limone. Non mescolate troppo per non smontare il composto, ma fate attenzione che la farina sia ben amalgamata al tutto.  Ora scolate le albicocche dal liquido caldo, tagliatele a pezzettini, infarinatele leggermente e unitele all’impasto. Versate nello stampo, decorate se volete con qualche mandorla e infornate per  60 minuti, facendo comunque dopo i 50 minuti la prova dello stuzzicadenti. Ogni forno è diverso dall’altro, quindi la cosa migliore per il tempo di cottura è provare.

 

Marmellata di Limoni

1 kg di limoni biologici non trattati e ben lavati con una spugnetta per i piatti (nuova ,ovvio🙂 )

800 gr di zucchero semolato

 

Primo giorno : lavare e affettare sottilissimamente i limoni ( 2 -3 mm di spessore,un lavoraccio😉 ) , eliminando i semi e tagliando ogni fettina in 4. Metteteli in una ciotola, copriteli a filo di acqua fredda , coprite con della pellicola e scordateveli li sul mobile della cucina per 24 ore.

Secondo giorno : scolate i limoni, conservando l’acqua di macerazione. Quest’acqua  la porterete a ebollizione, la riverserete nella ciotola sui limoni e vi dimenticherete nuovamente il tutto per altre 24 ore.

Terzo giorno : Ci siamo. Scolate i limoni, stavolta l’acqua potete buttarla. Fate bollire dell’altra acqua in  una pentola, quando bolle buttateci i limoni e fate sobbollire per 10 minuti. Passati i 10 minuti scolateli. Nel frattempo, preparate in una pentola capiente  uno sciroppo con 800 gr di zucchero e 250 gr di acqua. Quando è pronto,e quindi è un liquido viscoso e trasparente, versateci i limoni e fate cuocere a fiamma bassa per un’oretta. Non fatevi ingannare, la marmellata di limoni si addensa TANTISSIMO freddandosi, quindi se vi sembra troppo liquida non preoccupatevi, altrimenti rischiereste di ritrovarvi con una mappazza durissima, una volta freddata. Riponetela bollente nei vasetti sterilizzati, chiudeteli e  metteteli in una pentola piena d’acqua bollente. Fate bollire i vasetti così coperti d’acqua per mezz’ora, poi spegnete il fuoco e lasciateli nella pentola finchè l’acqua non sarà fredda. Ora tirate fuori i vasetti dalla pentola e ricordtaevi di etichettarli con giorno, mese e anno. Buona marmellata😉

2 Responses to “An Almond-apricot pound cake, a lemon marmalade and a new beginning.”

  1. bucanero Says:

    Ehilà, come va?
    complimenti per la “ricettina” e soprattutto bello il nuovo template del blog.

    Saluti

  2. Tibia Says:

    Bentornata🙂
    e che bella ricettina! … buona la marmellata di limoni…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: